INFORMAZIONI

IL NOSTRO ALLEVAMENTO

La passione per gli animali in generale e per i cani in particolare si può dire che è nata con noi. Nel 2005 cediamo al fascino allegro e vitale del Jack Russell Terrier. Sempre più appassionati alla razza, scegliamo tra le migliori linee di sangue, per avere soggetti sempre più in standard e di carattere eccezionale. Arrivano i risultati in Expo e Lavoro e l'apprezzamento delle persone che hanno adottato un cucciolo da noi: due grandissime gioie e soddisfazioni. Abbiamo scelto di abitare in campagna: il luogo migliore per crescere i vostri futuri cuccioli. Con la loro gioia di vivere hanno cambiato la nostra vita!


ADOTTARE UN CUCCIOLO

Per adottare un nostro cucciolo e per maggiori informazioni contattateci telefonicamente o visitate la pagina Cuccioli Disponibili. È molto gradita una vostra visita (previo appuntamento) per conoscere i nostri soggetti e vedere dove e come vivono. I cuccioli vengono consegnati dopo il 60° giorno di vita completi di pedigree, microchip, primo vaccino, sverminazioni e visita veterinaria certificata dal Dott. Rachele Luzzi che segue costantemente il nostro allevamento. I prezzi variano a seconda del soggetto e della genealogia. I nostri Jack hanno ottime linee di sangue, nonché modello e carattere eccellenti.


CARATTERISTICHE DELLA RAZZA

Nell'800, in Inghilterra, il Reverendo Russell seleziona dei piccoli terrier per ausilio alla caccia alla volpe. In seguito saranno utilizzati nei fienili per la caccia ai topi, diventando le simpatiche mascotte di tante scuderie. L'altezza è di 25/30cm ed il peso intorno ai 6Kg. Il mantello ha base bianca e macchie arancio e/o nere. Le orecchie sono piccole e a forma di V. Allegro, brillante, dolce e disponibile vive bene sia in casa che in giardino. Molto equilibrato, si relaziona con positività con i bambini e gli altri cani. Coraggioso e determinato è un ottimo guardiano ed un bravo atleta in discipline come l'agility. La razza è stata riconosciuta nel 2000 ed un soggetto, per essere un "vero" Jack Russell con le caratteristiche tipiche della razza garantite, deve tassativamente avere il pedigree rilasciato dall'Ente Nazionale della Cinofilia Italiana.



LO STANDARD

F.C.I. Standard N° 345 / 08.06.2001

ORIGINE: Inghilterra
PAESE DI SVILUPPO: Australia
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 25.10.2000
UTILIZZAZIONE: Un buon terrier da lavoro, abile a cacciare in superficie. Un eccellente cane da compagnia.
CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 3 terrier - Sezione 2 terrier di piccola taglia - Con prova di lavoro

BREVE CENNO STORICO: Il Jack Russell Terrier ebbe origine in Inghilterra nel XIX° secolo, grazie agli sforzi del Rev. John Russell. Egli creò una razza di Fox Terrier per soddisfare la necessità di avere un cane che corresse con i suoi Foxhound e potesse stanare la volpe e gli altri selvatici. Se ne svilupparono due varietà dagli Standard fondamentalmente simili tranne che per alcune differenze riguardanti per lo più l’altezza e le proporzioni. Il tipo più alto, dalla costruzione più quadrata, è ora conosciuto come Parson Russell Terrier, mentre quello più basso, in proporzione leggermente più lungo, è conosciuto come Jack Russell Terrier.

ASPETTO GENERALE: Un Terrier da lavoro forte, attivo e snello, di grande carattere con un corpo flessuoso di media lunghezza. Il suo movimento vivace si accompagna con la sua espressione acuta. Il taglio della coda è facoltativo e il pelo può essere liscio, spezzato o ruvido.

PROPORZIONI IMPORTANTI:
• Il cane è più lungo che alto
• La profondità del corpo dal garrese allo sterno deve essere = alla lunghezza dell’anteriore dal gomito al terreno
• Il perimetro preso dietro il gomito dovrebbe essere da 40 a 43 cm circa.

COMPORTAMENTO – CARATTERE: Un Terrier vivace, sveglio e attivo con espressione acuta e intelligente. Audace e senza paura, amichevole ma discreto.

TESTA:
REGIONE DEL CRANIO:
Cranio: dovrebbe essere piatto, di larghezza moderata che diminuisce gradatamente fino agli occhi, e si restringe in un ampio muso. Stop: ben definito ma non esageratamente pronunciato.
REGIONE DEL MUSO:
Tartufo: nero.
Muso: la lunghezza dallo stop al tartufo dovrebbe essere leggermente inferiore della distanza fra lo stop e l’occipite.
Labbra: molto aderenti e pigmentate di nero.
Mascelle/denti: mascelle molto forti, profonde, ampie e potenti. Denti forti con chiusura a forbice.
Guance: i muscoli delle guance dovrebbero essere ben sviluppati.
Occhi: piccoli e scuri, con acuta espressione. NON devono essere sporgenti e le palpebre devono aderire al bulbo oculare. Le rime palpebrali dovrebbero essere pigmentate di nero. A forma di mandorla.
Orecchie: a rosa o ricadenti, di buona tessitura e grande mobilità.

COLLO: forte e pulito, che permette un buon portamento del capo.

CORPO:
In generale: nel rettangolo.
Dorso: orizzontale. La lunghezza dal garrese alla radice della coda è leggermente superiore dell’altezza dal garrese al suolo.
Rene: i reni dovrebbero essere corti, forti e molto muscolosi.
Torace: più profondo che largo con buona distanza da terra. Lo sterno è a metà altezza fra il garrese e il suolo. Le costole dovrebbero partire subito ben cerchiate e si appiattiscono ai lati così che il perimetro dietro ai gomiti può essere misurato con due mani (da 40 a 43 cm circa).
Sterno: manubrio dello sterno visibilmente davanti alla punta della spalla.

CODA: può restare pendente a riposo. In azione deve essere eretta e, se tagliata, la punta dovrebbe trovarsi allo stesso livello degli orecchie.

ARTI:
ANTERIORI:
Spalle: ben oblique e non appesantite dai muscoli.
Braccio: di sufficiente lunghezza e angolazione da permettere ai gomiti di posizionarsi sotto il corpo.
Avambraccio: diritto dal gomito alle dita dei piedi, da qualsiasi angolazione lo si veda.
POSTERIORI: forti e muscolosi, ben bilanciati con l’anteriore.
Ginocchio: ben angolato.
Garretto: disceso.
Metatarsi: paralleli se visti dal dietro in stazione naturale.
PIEDI: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dentro.

ANDATURA: movimento fermo, libero ed elastico.

MANTELLO:
Pelo: può essere liscio, spezzato o ruvido. Deve essere impermeabile. I mantelli non devono essere manipolati per apparire lisci o spezzati.
Colore: il bianco deve predominare, con macchie nere o color fuoco. Le macchie color fuoco possono variare dal fulvo più chiaro al più intenso (castagno).

TAGLIA E PESO:
Altezza ideale: da 25 cm a 30 cm.
Peso: poiché a 5 cm dovrebbe corrispondere 1 kg di peso, un cane di 25 cm di altezza peserà circa 5 kg, un cane di 30 cm peserà 6 kg.

DIFETTI: Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto, e la severità con cui questo difetto va penalizzato deve essere proporzionata al suo grado. Tuttavia devono essere particolarmente penalizzate le seguenti mancanze:
• Mancanza di vere caratteristiche Terrier
• Mancanza di armonia, cioè esagerazioni in qualsiasi parte
• Movimento forzato o insicuro
• Dentatura difettosa

Questa parte è tratta direttamente dallo standard in lingua inglese e non è presente nella traduzione in italiano:
DISQUALIFYING FAULTS:
• Aggressive or overly shy dogs.
• Any dog clearly showing physical or behavioural abnormalities shall be disqualified.

N.B:
• I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.

Questa parte è tratta direttamente dallo standard in lingua inglese e non è presente nella traduzione in italiano:
• Only functionally and clinically healthy dogs, with breed typical conformation should be used for breeding.

DOVE ABITIAMO

Abitiamo nella campagna a nord di Grosseto. Per i nostri Jack abbiamo attrezzato ampi spazi esterni, con molto verde, strutture in legno, cucce coibentate e riscaldate, acqua fresca sempre a disposizione ed anche un piccolo bosco di sughere e lecci per le esercitazioni e lo svago. I nostri cani vivono con noi dentro e fuori casa e le nostre cagnoline partoriscono sempre...accanto al nostro letto!


CHI SIAMO

Amiamo far stare i nostri Jack come dei piccoli pascià. Ci piace vederli felici e appagati della vita varia e confortevole che siamo riusciti ad offrirgli. E' un regalo che ci fanno poterli accudire, essere nostri compagni di vita. Siamo felici dei sacrifici che facciamo per loro, la pace che ne deriva non ha prezzo. Ringraziamo questi elfetti che sono entrati di soppiatto nella nostra vita e hanno senza scampo conquistato il nostro cuore. Li ringraziamo degli insegnamenti e della complicità impagabile che danno alla vita di nostra figlia: li vediamo, insieme, felici, gioiosi, sereni e sentiamo il sogno fatto realtà...